Itinerari in provincia di Bergamo

Il borgo medievale di Olera

particolare-lanterna-ad-olera-blog-scendiesali
Particolare di lanterne appese nel borgo

Olera: un borgo storico a pochi chilometri da Bergamo

Questa volta vorrei accompagnarvi in un piccolo borgo storico di origine medievale, collocato in una valletta laterale nei pressi di Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo. Poco conosciuto ma merita sicuramente una visita se siete nelle vicinanze.

Mi ha piacevolmente colpita per la magia dei suoi viottoli stretti, le scalette di legno, i portali e i muri a secco, la quiete dell’assenza di auto e di traffico e – da buona “gattara” – perché è un vero e proprio paradiso per gatti.

Cenni storici su Olera

Si pensa che il nome Olera derivi da “luogo delle öle”, infatti così venivano chiamati i recipienti utilizzati per cucinare fatti di pietra ollare – ricavata proprio dalla montagna di Olera .

Famosa per il Polittico di Cima da Conegliano, un vero tesoro inserito nella chiesa parrocchiale di Olera, costruita in onore di San Bartolomeo Apostolo nel 1471. Lì vicino troviamo anche la storica chiesa della S.S. Trinità, con più di 700 anni, è la più antica del borgo.

Il Polittico è stata una delle prime opere realizzate da Giovan Battista Cima da Conegliano, è formato da nove pannelli disposti intorno a una nicchia contenente la statua raffigurante San Bartolomeo. Il dipinto è ancora racchiuso nella sua cornice originale e si ipotizza sia stato commissionato al Cima da dei tagliapietre del luogo che emigrarono a Venezia e riportarono poi l’opera a Olera, luogo al quale era destinata.

L’ostello di Olera

L’ostello di Olera è una struttura completamente nuova e la sua posizione collinare lo rende il luogo ideale per ritiri, oratori, cre, gite scolastiche e gruppi sportivi.

Dispone di 46 posti letto e tra i vari servizi, offre un ristorante che spazia dal menu tipico bergamasco alla cucina medievale, con una capacità di circa 50 coperti.

Inoltre durante l’anno vengono organizzati corsi di cucina di vario livello ed è possibile prenotare il ristorante per colazioni d’affari, ricorrenze o per una piacevole cena in compagnia.

Olera: un piccolo paradiso per gatti

Come vi accennavo all’inizio, una curiosità che mi ha fatta sorridere è che viene definita un vero paradiso per gatti. Questo perché i nostri amici a quattro zampe possono aggirarsi indisturbati da un tetto all’altro, senza mai dover scendere a terra, evitando così spiacevoli incontri e pericoli. E data la vicinanza tra le abitazioni, non risultano essere delle acrobazie così complesse!

Un borgo tranquillo e sicuro, il loro Resort personale a 5 stelle…

borgo-medievale-di-olera-blog-scendiesali
Vietta del borgo di Olera

Una piacevole passeggiata a Olera

Percorro una stradina sterrata che mi regala una bellissima vista sul Parco dei Colli di Bergamo.

In pochi minuti raggiungo la chiesa di San Rocco che, adagiata sul pendio, venne concepita come oratorio isolato, della quale non si è riusciti a risalire alla data di costruzione. Purtroppo non è possibile accedere al suo interno, viene riaperta solo in occasione delle visite guidate che si svolgono ogni prima domenica del mese e vi accompagnano alla scoperta del borgo, delle tre chiese e del Polittico del Conegliano
con ritrovo alle ore 15 in Piazza Fra Tommaso.

Ad ogni passo tenete gli occhi ben aperti, intorno a voi si celano piccoli e incantevoli angoli medievali e passaggi “segreti”, tra i bellissimi archi a volta in pietra e dipinti storici.

Olera è frequentata anche dagli amanti della natura per i numerosi sentieri percorribili a piedi o in mountain bike. Tra i principali ci sono questi che sono contrassegnati dal CAI:

  • numero 532 che giunge al piccolo borgo di Burro per poi finire a Lonno;
  • numero 533 che tramite una via crucis collega il monte Solino ed il colle della Maresana;
  • numero 540 che porta al Canto Alto e alla frazione di Monte di Nese.
passeggiata-ad-olera-blog-scendiesali
Io e il mio cane passeggiando a Olera

Vorrei concludere dicendo che Olera è stata una piacevole scoperta per ammirare un borgo storico ben conservato e godersi attimi di pace e tranquillità, magari in compagnia del proprio cane come ho fatto io!

 

 

 

Annunci

3 thoughts on “Il borgo medievale di Olera”

  1. Grazie Silvia per questa segnalazione. Non conosco Olera, è la prima volta che ne sento parlare, le mie mete sino ad oggi sono state sempre sulle Orobie percorrendo le strade principali delle valli Seriana, Brembana e Imagna, ho cercato sulla cartina dove fosse Olera, decisamente un posto in cui o ci si va o non ci si accorge che c’è. Mi fa piacere sapere che ci sono tre sentieri CAI, proporrò alla sezione di Vaprio un’escursione da programmare nel 2018 e questo tuo articolo potrebbe anche farci da guida.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...