Cosa vedere a Bergamo

Visita all’Accademia Carrara di Bergamo

L’Accademia Carrara di Bergamo è tra le più antiche d’Italia, nasce nel 1796 per volontà del conte Giacomo Carrara.

AdobeStock_6803035.jpeg

Dopo 7 anni di chiusura per lavori di ristrutturazione, ha celebrato la sua riapertura il 23 aprile 2015, mostrandosi al pubblico nelle sue nuove vesti; completamente rinnovata e ripensata per motivi logistici e in grado di ospitare un allestimento più contemporaneo.

L’Accademia Carrara oltre ad essere un’importantissima pinacoteca, è anche sede dell’Accademia di Belle Arti che è convenzionata con l’Università degli Studi di Bergamo dal 2002 e con la quale ha intrapreso uno scambio di corsi e crediti formativi.

Numerosi anche i seminari e gli incontri con vari artisti del panorama culturale, sia nazionale che internazionale, che vengono organizzati annualmente dall’Accademia e coinvolgono le vicine realtà locali.

I Percorsi dell’Accademia Carrara

La pinacoteca dell’Accademia Carrara suggerisce ai suoi visitatori diversi percorsi per scoprirla ed ammirarla al meglio che si susseguono nelle diverse sale.

Le opere esposte sono state raggruppate per tematiche, con spirito quasi “ironico”:

  • LORENZO LOTTO
  • GIOVAN BATTISTA MORONI
  • MODA
  • VOLTI
  • SANTI
  • DONNE
  • PAESAGGI E VEDUTE
  • AMORI

I Principali donatori dell’Accademia e i capolavori esposti

In più di due secoli, i donatori dell’Accademia Carrara sono stati oltre 240 tra privati e istituzioni. Tra i principali collezionisti possiamo citare: Giacomo Carrara, Guglielmo Lochis, Giovanni Morelli e Federico Zeri. E, proprio a loro, è stata dedicata la Sala dei Donatori dove sono raffigurati i loro Ritratti.

accademia-carrara-bergamo-foto-di-silvia-mazzoleni

Degli oltre 2.000 dipinti presenti all’Accademia Carrara, solo 600 circa sono stati esposti per ovvie ragioni di spazio. Tra le sue moltissime opere, l’Accademia può vantare alcuni tra i capolavori più famosi al mondo, che ho avuto il piacere di ammirare durante la mia visita.

  • “Madonna col Bambino” di Andrea Mantegna – 1475 circa
  • “Ritratto di Lionello d’Este” di Pisanello – 1441 circa
  • “San Sebastiano” di Raffaello Sanzio – 1501-1502 circa
  • “Storia di Virginia Romana” di Sandro Botticelli – 1500-1510
  • “Ritratto di vecchio seduto” di Giovan Battista Moroni – 1575-1579
  • “Ricordo di un dolore” di Pellizza da Volpedo – 1889

L8: ATTRAVERSO Bergamo

L8: ATTRAVERSO Bergamo è un progetto espositivo nato dalla collaborazione dell’Accademia Carrara con più enti e si sviluppa in diversi luoghi della città.

Mostra Lorenzo Lotto | Attraverso Bergamo

L’Accademia Carrara ospita dal 3 dicembre al 26 febbraio, un interessante percorso che approfondisce gli ultimi anni trascorsi dal pittore Lorenzo Lotto a Bergamo e, una delle sue imprese più celebri, la realizzazione dei disegni per il coro ligneo della Basilica di Santa Maria Maggiore.
un-lotto-riscoperto-accademia-carrara-foto-di-silvia-mazzoleniAd accogliervi troverete il Ritratto di Lorenzo Lotto, che introduce al periodo cronologico che si prende in considerazione in questa mostra e, si suggerisce l’ipotesi, si tratti di un autoritratto. Una delle sue particolarità è, che da qualunque prospettiva lo si guardi, lo sguardo penetrante del Lotto resta fisso sull’osservatore. Tuttavia, come ci racconta la guida, pare essere molto diverso dagli altri due autoritratti rinvenuti nella bergamasca.

L’altra opera che cattura la mia attenzione è la tarsia della Creazione, risalente al 1523, che raffigura la creazione di Adamo. Per molto tempo è stata ritenuta una copia e solo recentemente, riconosciuta da due studiosi come opera originale del pittore veneziano.

Fondazione Adriano Bernareggi – Lorenzo Lotto Tour – LTT

Il percorso alla scoperta dell’artista viene approfondito con il Lorenzo Lotto Tour.

La Diocesi di Bergamo, tramite la Fondazione Adriano Bernareggi, aderisce al progetto L8: attraverso Bergamo, aprendo le chiese che custodiscono i suoi capolavori e creando un suggestivo itinerario lungo le vie del Borgo Pignolo a Bergamo.

Si inizia dal Museo Adriano Bernareggi, continuando nelle chiese di San BernardinoSanto Spirito e infine San Bartolomeo. Un tour alla scoperta di alcuni tra i più affascinanti scorci di Bergamo e dell’incredibile capacità espressiva di Lorenzo Lotto.

Per concludere la visita in bellezza, vi aspetta il capolavoro del coro della Basilica di Santa Maria Maggiore, intarsiato da Lotto e Capoferri, visitabile grazie alla Fondazione MIA.

accademia-carrara-pinacoteca-foto-di-silvia-mazzoleni

L’OSPITALITà A BERGAMO – T.I.A.MO

L’Accademia Carrara, in collaborazione con le realtà ospitali di Bergamo e provincia, ha ideato il progetto “Ti invito alla mostra” per promuovere la visita alle opere del Lotto.

Grazie allo speciale voucher  T.I.A.MO – Ti Invito Alla MOstra, che è possibile ricevere dalle varie strutture bergamasche aderenti (alberghi, B&B, ristoranti, negozi), si ha diritto a saltare la coda alla biglietteria e ricevere 1 euro di sconto sul prezzo del ticket d’ingresso.

LOTTO_TIAMO.jpg

Un altro passo verso un’accoglienza più calorosa ai turisti che scelgono di soggiornare nella nostra meravigliosa città e scoprirne tutte le bellezze (opere d’arte comprese).

Partner ospitali:

035 Ristoratori

BERGAMO CITY KIWI

DISCOVER BERGAMO

Comitato residenti e commercianti Borgo Santa Caterina

Alberghi e B&B

A questo punto… cosa aspettate ad andare a visitarla???

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...